Tempo di Lettura: 1 minut0

Come vengono effettuate la prevenzione e la diagnosi delle malattie più diffuse e quali esami vengono effettuati? Quali sono le terapie applicate? È possibile fare prevenzione attraverso l’alimentazione? Cercherò di rispondere a queste domande ed a quesiti simili attraverso questa sezione del mio blog, dedicata alla Prevenzione e alla Diagnosi. Troverai informazioni e consigli pratici per scoprire piccole cose che ti aiuteranno nella vita di tutti i giorni, per migliorare le tue abitudini ed affrontare al meglio i disturbi stagionali.

Di seguito puoi leggere alcune delle tecniche diagnostiche che utilizzo. Se vuoi avere maggiori informazioni, non esitare a contattarmi tramite il modulo che trovi in fondo alla pagina.

Il Mineralogramma è un’analisi minerale tessutale del capello che permette di valutare i livelli di minerali essenziali per la salute e i principali minerali tossici eventualmente depositati nell’organismo nei due-tre mesi antecedenti l’indagine a livello “intracellulare” a differenza dei comuni esami di laboratorio eseguiti su sangue, liquor, urine e feci che, viceversa, forniscono dati a livello “extracellulare”. Per questo, non necessariamente i valori riscontrati nel Mineralogramma sono sovrapponibili a quelli dei liquidi biologici, rappresentando, spesso, un’indispensabile integrazione diagnostica. E’ utile precisare che tale analisi si orienta anche ad individuare la risposta sia endocrina, come “funzionalità” delle ghiandole endocrino-metaboliche, in particolare di tiroide e surreni, sia del sistema nervoso autonomo agli eventi stressanti, al fine di poter intervenire mediante scelte nutrizionali (dieta appropriata) ed eventualmente elaborando uno schema di trattamento con specifici integratori.

L’Elettromiografia (EMG) è una metodica diagnostica per l’analisi dell’attività muscolare e per lo studio della conduzione nervosa motoria e sensitiva, estremamente utile nelle sindromi radicolari da ernie discali e fondamentali nelle sindromi canalicolari come la sindrome del tunnel carpale.

La Densitometria Ossea mediante Ultrasonografia Falangea è una moderna tecnica diagnostica che tramite apparecchi basati su ultrasuoni indaga lo stato di mineralizzazione delle ossa, individuando i pazienti (in particolare le donne in menopausa) con una perdita importante di massa ossea, che li rendono fortemente a rischio per fratture patologiche, spesso vertebrali, che possono essere risolte con “iniezioni” intrasomatiche di cemento biocompatibile (vertebroplastica).

Leggi i miei ultimi articoli su Diagnosi e Prevenzionee

Al cuor non si comanda: movimento, movimento, movimento!

C’è un detto che dice. “Chi va piano va sano e va lontano”. Tuttavia secondo uno studio pubblicato sull’European Heart Journal, in base a quanto velocemente o lentamente camminiamo, il rischio di morte per problemi cardiaci rispettivamente diminuisce o aumenta. In...

leggi tutto

Il vero X-factor: il SORRISO!

Avete mai sentito quel detto che dice “ridi che ti passa”? Ebbene, come spesso succede, ci si deve inchinare alla saggezza popolare: è oramai scientificamente provato che ridere migliora la salute non solo psichica ma anche fisica. La risata, infatti, rappresenta un...

leggi tutto

Non roviniamoci le vacanze per le MEDUSE: come si fa?

L’estate, per la maggior parte degli italiani, viene immediatamente associata al mare. Nuotate, tintarella, giochi di ogni tipo… ma, ahimè, ci sono anche delle insidie. Infatti anche quest’anno è stata registrata una grande proliferazione di meduse nel Mediterraneo, ...

leggi tutto

3 metodi per una diagnosi precoce di OSTEOPOROSI

L‘osteoporosi è una malattia dello scheletro (che colpisce in maggioranza le donna ma anche gli uomini) caratterizzata da una riduzione della sua resistenza e quindi da un maggiore rischio di fratture. Poiché questa condizione è ampiamente sottodiagnosticata, il primo...

leggi tutto